Search

Pier Carlo Sommo

“Il mondo di Jacovitti” in mostra al Centro Saint-Bénin di Aosta. Oltre 250 disegni originali del grande artista fumettista Benito Jacovitti ricostruiscono il percorso di una carriera durata quasi sessant’anni.
La mostra, curata da Dino Aloi e Silvia Jacovitti, figlia dell’artista, è composta da un articolato insieme di schizzi, vignette, tavole di fumetti e illustrazioni del grande fumettista italiano scomparso nel 1997. L’esposizione è introdotta da un video realizzato da Costantino Sarnelli, Laura Chiotasso e Barbara Forneris di Creative Apsu
Benito Jacovitti ha creato un fantastico mondo popolato da personaggi indimenticabili che hanno accompagnato intere generazioni, il percorso espositivo punta in particolare sui personaggi che lo hanno reso unico e inimitabile.
Sono esposte alcune tavole realizzate per oggetti promozionali e 60 disegni di figurine realizzate nel 1954 per l’albo de Il Vittorioso “Genti d’ogni paese”, in cui l’estro di Jacovitti spazia attraverso i cinque continenti raffigurando a modo suo ogni popolo.
Vi sono poi le tavole del famoso Diario Vitt, realizzato dal 1949 al 1980, una icona degli studenti di quegli anni.
Di grande interesse i bellissimi disegni originali dei suoi mitici e surreali personaggi: Cocco Bill, Tom Ficcanaso, Tarallino, Occhio di Pollo, Jack Mandolino, Chicchirino, Cip l’arcipoliziotto e Zorry Kid.
Jacovitti è stato autore di una vasta produzione dallo stile molto personale, particolareggiato dai dettagli surreali. Le sue vignette, sempre piene d’immagini lo identificavano in modo inconfondibile.
La caratteristica forma anatomica dei suoi personaggi, la loro espressione a volte gioiosa, a volte grottesca, i suoi salumi e affettati, serpenti e lumaconi che guardano con ogni tipo di espressione, nonché tanti altri oggetti strani, diversificati e sparsi nei posti più impensati, lo hanno reso popolare al grande pubblico.
Jacovitti, non era allineato al conformismo culturale degli anni settanta, per cui a volte non fu gradito ma, libero da condizionamenti e temi politici, è entrato a pieno titolo nella storia del fumetto italiano. La sua opera, nel tempo,ha riscosso un pressoché unanime plauso della critica.
Una mostra da non perdere, da gustare nei particolari e fare un pieno di buon umore, adatta a grandi e piccini.

Vademecum
Centro Saint-Bénin – via Festaz 27 – Aosta
26 Ottobre 2018 – 28 Aprile 2019
martedì – domenica 10-13 / 14-18 – chiuso il lunedì.
Il costo del biglietto d’ingresso: 6 euro intero, 4 euro ridotto; gratuito per i minori di 18 anni.
Telefono per informazioni: +39.0165.275937
E-Mail info: u-mostre@regione.vda.it
Sito ufficiale: http://www.regione.vda.it

Author: Pier Carlo Sommo

Torinese, Laureato in Giurisprudenza, Master in comunicazione pubblica e Giornalista professionista. Dal 1978 si occupa di comunicazione e informazione nella pubblica amministrazione. Ha iniziato la carriera professionale presso la Confindustria Piemonte. Dopo un periodo presso l'Ufficio Studi e Legislativo della Presidenza della Regione Piemonte nel 1986 è diventato Vice Capo di Gabinetto e Responsabile Relazioni Esterne della Provincia di Torino Dal 1999 al 2020 è stato Direttore delle Relazioni Esterne e Capo Ufficio Stampa dell'ASL Città di Torino. Autore di saggi, articoli e ricerche, ha pubblicato numerosi volumi e opuscoli dedicati alla comunicazione culturale - turistica del territorio. È docente in corsi e seminari sui problemi della comunicazione e informazione presso le società di formazione pubbliche e private . Professore a contratto di Comunicazione Pubblica presso l'Università di Torino e Università Cattolica). È stato Segretario Generale dell'Associazione Italiana per la Comunicazione Pubblica e Istituzionale dal 2013 al 2020. Membro del Direttivo del Club di Comunicazione d'Impresa dell’Unione Industriale di Torino, dal 2005 al 2008 è stato Vice Presidente. Membro del Comitato Promotore dell' Associazione PA Social