Search

Author Archives: Carola Vai

Author: Carola Vai

Laureata in Lingue e Letterature straniere, giornalista e scrittrice. Ha lavorato in varie testate tra le quali: “la Gazzetta del Popolo”, “La Stampa”, “Il Mattino” di Napoli, “Il Giornale” di Montanelli. Passata all’AGI (Agenzia Giornalistica Italia) dal 1988 al 2010, è diventata responsabile della redazione regionale Piemonte-Valle d’Aosta. Relatrice e moderatore in convegni in Italia e all’estero; Consigliere dell’Ordine Giornalisti del Piemonte fino al 2010, poi componente del consiglio di amministrazione della Casagit (Cassa Autonoma Assistenza dei Giornalisti Italiani) dove attualmente è sindaco effettivo. Tra i libri scritti “Torino alluvione 2000 – Per non dimenticare” (Alpi Editrice); “Evita – regina della comunicazione” (CDG, Roma ); “In politica se vuoi un amico comprati un cane – Gli animali dei potenti” (Daniela Piazza Editore).  

Carola Vai

Nessuna conferma, ma nemmeno un’aperta smentita. Urbano Cairo protagonista dell’ottava edizione  del “Festival della Tv e dei nuovi media” di Dogliani (Cuneo) non ha chiarito i dubbi di chi lo indica come una delle prossime figure della scena politica italiana. Ma pur lasciando in sospeso la curiosità, dialogando con Aldo Grasso, firma del Corriere della Sera, ha strappato gli applausi del pubblico alternando confidenze professionali  a “pensieri politici” . Tra questi: “Non è molto positivo istituzionalizzare il reddito di cittadinanza. Noi già utilizziamo il cinquanta per cento del nostro potenziale. Il reddito di cittadinanza non crea stimoli;  inoltre, alla lunga non è buona cosa per la società italiana”.

Carola Vai

Sono in arrivo a Torino i primi editori e scrittori da tutto il mondo per il Salone Internazionale del libro, #SalTo19,  in programma dal 9 al 13 maggio nei Padiglioni di Lingotto Fiere. Alla kermesse, zeppa di novità, anche il mio libro sulla vita e gli amori dell’unica donna italiana Premio Nobel per la Medicina:  “Rita Levi-Montalcini, una donna libera” (#Rubbettino editore) in vendita a 18 euro nelle librerie dalle prossime settimane. Il volume, 300 pagine,  sarà presentato in anteprima al Salone, domenica 12 maggio, alle ore 11.30, alla Sala Argento, spazio Piemonte. Intervengono: il professor Sergio Scamuzzi, vicerettore dell’università di Torino; il Presidente della Comunità ebraica di Torino, Dario Disegni e, ovviamente, la sottoscritta, Carola Vai. Modera la giornalista dell’Ansa, Claudia Tomatis.

Carola Vai

L’idea di scrivere un libro sulla movimentata vita di #RitaLevi-Montalcini è nata dalla curiosità di capire come una giovane donna partita da Torino per l’America, nel 1947, senza conoscenze o amicizie influenti fosse riuscita a conquistare il #PremioNobel per la medicina, ancora unica donna italiana, a diventare una star mondiale della scienza ricevuta da presidenti degli Stati Uniti, da tre pontefici, re, regine, capi di governo e autorità di tutti i continenti. Una popolarità eccezionale per una scienziata al punto che, quasi centenaria, in una classifica di gradimento tra i ragazzi scavalcò persino il campione mondiale motociclistico #ValentinoRossi che in quel periodo aveva l’età di un suo possibile pronipote.

CAROLA VAI

“In Italia e nel mondo serpeggia un clima di razzismo e antisemitismo di ritorno. Sono segnali preoccupanti, da non sottostimare. Per questo il messaggio di Primo Levi teso a suggerirci di evitare che quanto accaduto nel passato ritorni, oggi è più che mai importante”. Così il presidente della comunità ebraica di Torino al suo secondo mandato, Dario Disegni, presidente del Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di #PrimoLevi, spiega i motivi delle moltissime iniziative in ricordo dell’autore di “Se questo è un uomo”.

Carola Vai

Grandi preparativi all’Isef di #Torino in onore del proprio presidente onorario: Livio #Berruti. La medaglia d’oro dei 200 metri delle #Olimpiadi di Roma 1960 compie 80 anni, il 19 maggio. Un traguardo anagrafico importante anche per colui che ha fatto sognare l’Italia con due record del mondo nello stesso giorno e sconfiggendo i velocisti americani che dominavano la specialità dal 1932. Il ragazzo piemontese con gli occhiali da sole che correva più veloce di tutti, se con gli anni ha perso lo scatto fisico,  ha però conservato la curiosità della gioventù . E ammette: “per me è una continua sorpresa ricevere complimenti dal pubblico per una vittoria cara al mio cuore, ma lontana anni”.

Carola Vai

“La nostra prima crociera ci ha convinti che viaggiare in nave è un’avventura piacevole e per niente monotono, come temevamo. Abbiamo scelto un tour nel Mediterraneo con #MscSinfonia, gruppo #MSC, perché  offriva programmi rispondenti alle nostre esigenze”. A parlare è Veronica Farina, giovane segretaria della Presidenza #Casagit,  Cassa sanitaria giornalisti italiani, (50.000 soci) ,con sede a Roma. 

Carola Vai

#Torino e #Milano, città diversissime eppure da decenni all’inseguimento l’una dell’altra in una perenne sfida. La conferma arriva anche dalle graduatorie in campo culturale. La più recente è la classifica del portale tedesco Holidu che indicando le dieci migliori città italiane dal punto di vista di ricchezza culturale (teatri, musei, gallerie, mostre, biblioteche) dopo #Roma al top, ha collocato Milano e poi Torino, rispettivamente in seconda e terza posizione.

Carola Vai

Il #Piemonte piace sempre più ai viaggiatori italiani e stranieri. Lo dicono i dati dell’Osservatorio Turistico Regionale che per il 2018 hanno indicato per la prima volta 15 milioni di pernottamenti, in aumento dell’1,35% rispetto l’anno precedente, e oltre 5 milioni 200 mila arrivi (+1,86%). Alla regione ricca di storia, musei, monumenti, montagne, laghi, colline, moda, sport, enogastronomia manca del resto solo il mare.  Il successo turistico non si è però riflesso sui musei che hanno vissuto un 2018 “altalenante” con visitatori in molti casi in calo rispetto il 2017.

Carola Vai

Aspetto molto più giovane dei suoi 18 anni; voce, tono e modi di parlare sicuri e determinati da trentenne di successo. E’ Valeria Cagnina, ragazza di Alessandria (Piemonte), diventata  una delle donne italiane più influenti dell’universo della robotica e del digitale, ormai conosciuta anche nel continente americano. Del resto Valeria ha costruito il suo primo robot a 11 anni, a 15 anni è arrivata al Mit di Boston, a 17 anni ha aperto una scuola di robotica per bambini e per adulti, ora ha superato i test di ammissione al Politecnico di Milano ,facoltà di ingegneria, e la sua convinzione è: “niente è impossibile”.

Carola vai

Camminare per le strade di Alba, la città più famosa della provincia di Cuneo, in Piemonte, si sentono parlare svariate lingue. La località,  30.000 abitanti, richiama turisti da vari continenti tutto l’anno, in particolare nei mesi primaverili grazie i suoi tesori storici (resti romani, la cattedrale di San Lorenzo, le Torri, musei ), le sue aziende internazionali  (Ferrero spa produttrice della celeberrima Nutella; il Gruppo tessile MiroglioMondo specializzata nella pavimentazione, per citare le più note), la fiera del tartufo, il palio degli asini, la fiera Vinum.